Audioguía

Audioguíavisita Piacenza

Solo en Italiano

2 Paradas del tour

  1. Resumen de audiotour
  2. Resumen de audiotour

    Al centro della Pianura Padana, la città di Piacenza sorge sulla riva destra del fiume Po, al confine con la regione della Lombardia.

    Punto terminale dell’antica Via Emilia, è un centro ricco di antichi edifici religiosi e di palazzi di prestigio, a testimonianza di una storia importante.

    La tranquillità tipica della città di provincia si fonde ai piaceri della buona tavola, aspetto di grande rilievo e di pregio di questo grazioso centro che è punto di partenza per la visita anche alle splendide vallate che caratterizzano il suo territorio provinciale. 

    Nel corso della visita alla città di Piacenza si possono scorgere piccoli tesori, memorie di un passato ricco e prosperoso, come il suo Duomo, il Palazzo Gotico, il Palazzo Farnese e i tanti altri meravigliosi palazzi nobiliari e le numerose chiese strette dentro le vie del centro cittadino, che racchiude, nei suoi scorci, inaspettate sorprese. 

    Tra le tappe imperdibile di Piacenza si segnalano Piazza dei Cavalli con le due statue equestri, l’adiacente Palazzo Gotico e la chiesa di San Francesco. Da qui si cammina per le belle vie del centro storico, dal corso Vittorio Emanuele che conduce sulla storica passeggiata “verde” chiamata Faxall, oppure lungo strà drita, come chiamata dagli anziani, cioè via XX settembre, che porta alla Piazza del Duomo, dove si visita la cattedrale e si sosta piacevolmente sotto i portici che corrono tutt’attorno la piazza. 

    Altra bella strada sulla quale si affacciano tante vetrine che animano il centro storico piacentino è via Calzolai, al termine della quale si giunge in Piazza Borgo, piccolo slargo che accoglie una delle più antiche edicole di giornali, adiacente la chiesa di di Santa Brigida del XII secolo. Da lì si ridiscende, seguendo via Garibaldi, verso Largo Battisti che è il cuore del centro storico di Piacenza, sul quale convergono Piazza dei Cavallivia Sant’Antonino che ospita una delle più belle chiese della città, nota appunto come Basilica di Sant’Antonino, e le già citate corso Vittorio Emanuele e appunto via Garibaldi

    Altre tappe da non perdere sono la chiesa di Santa Maria di Campagna, la chiesa di San Sisto, il Palazzo Farnese che ospita i Musei Civici di Palazzo Farnese, con il fegato Etrusco, il Tondo di Botticelli e la Galleria Alberoni con l’Ecce Homo di Antonello da Messina.

    Altra emergenza di particolare spessore è la  la Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi, che offre una panoramica completa dell’arte figurativa italiana a partire dalla seconda metà del XIX secolo.

    Poi tanto e tanto altro, perché Piacenza è una città che si offre con discrezione, da scoprire a passo lento e a testa alta, sorseggiando una bibita o un aperitivo nei bei caffè che aprono le loro porte sui muri alti ed antichi di un centro storico capace di sorprendere.

  3. 1 Piazza Cavalli
  4. 2 Palazzo Gotico
  5. 3 Statue equestri
  6. 4 Chiesa di San Francesco
  7. 5 Palazzo Farnese
  8. 6 Duomo (o Cattedrale) di Piacenza
  9. 7 Basilica di Sant'Antonino
  10. 8 Teatro Municipale di Piacenza
  11. 9 Galleria D'Arte Moderna Ricci Oddi
  12. 10 Basilica di Santa Maria di Campagna
  13. 11 Foce del Trebbia
  1. Resumen de audiotour

    Al centro della Pianura Padana, la città di Piacenza sorge sulla riva destra del fiume Po, al confine con la regione della Lombardia.

    Punto terminale dell’antica Via Emilia, è un centro ricco di antichi edifici religiosi e di palazzi di prestigio, a testimonianza di una storia importante.

    La tranquillità tipica della città di provincia si fonde ai piaceri della buona tavola, aspetto di grande rilievo e di pregio di questo grazioso centro che è punto di partenza per la visita anche alle splendide vallate che caratterizzano il suo territorio provinciale. 

    Nel corso della visita alla città di Piacenza si possono scorgere piccoli tesori, memorie di un passato ricco e prosperoso, come il suo Duomo, il Palazzo Gotico, il Palazzo Farnese e i tanti altri meravigliosi palazzi nobiliari e le numerose chiese strette dentro le vie del centro cittadino, che racchiude, nei suoi scorci, inaspettate sorprese. 

    Tra le tappe imperdibile di Piacenza si segnalano Piazza dei Cavalli con le due statue equestri, l’adiacente Palazzo Gotico e la chiesa di San Francesco. Da qui si cammina per le belle vie del centro storico, dal corso Vittorio Emanuele che conduce sulla storica passeggiata “verde” chiamata Faxall, oppure lungo strà drita, come chiamata dagli anziani, cioè via XX settembre, che porta alla Piazza del Duomo, dove si visita la cattedrale e si sosta piacevolmente sotto i portici che corrono tutt’attorno la piazza. 

    Altra bella strada sulla quale si affacciano tante vetrine che animano il centro storico piacentino è via Calzolai, al termine della quale si giunge in Piazza Borgo, piccolo slargo che accoglie una delle più antiche edicole di giornali, adiacente la chiesa di di Santa Brigida del XII secolo. Da lì si ridiscende, seguendo via Garibaldi, verso Largo Battisti che è il cuore del centro storico di Piacenza, sul quale convergono Piazza dei Cavallivia Sant’Antonino che ospita una delle più belle chiese della città, nota appunto come Basilica di Sant’Antonino, e le già citate corso Vittorio Emanuele e appunto via Garibaldi

    Altre tappe da non perdere sono la chiesa di Santa Maria di Campagna, la chiesa di San Sisto, il Palazzo Farnese che ospita i Musei Civici di Palazzo Farnese, con il fegato Etrusco, il Tondo di Botticelli e la Galleria Alberoni con l’Ecce Homo di Antonello da Messina.

    Altra emergenza di particolare spessore è la  la Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi, che offre una panoramica completa dell’arte figurativa italiana a partire dalla seconda metà del XIX secolo.

    Poi tanto e tanto altro, perché Piacenza è una città che si offre con discrezione, da scoprire a passo lento e a testa alta, sorseggiando una bibita o un aperitivo nei bei caffè che aprono le loro porte sui muri alti ed antichi di un centro storico capace di sorprendere.

Reseñas

A minimum rating of 1 star is required.
Please fill in your name.
  • Claudia Molaschi

    4 out of 5 rating 03-24-2018

    Bella e utile, si può migliorare inserendo altri monumenti che sono di elevato interesse turistico per la città di Piacenza. Comunque interessante.