Il potenziale nascosto delle audioguide

Pensate che un'audioguida sia uno strumento per "vendere" il vostro museo o un ulteriore prodotto da “vendere” al suo interno?

Le audioguide sono in circolazione da oltre cinquant'anni ma, mentre la tecnologia è notevolmente cambiata, il concetto di base non lo è. Un'audioguida è lo strumento di marketing finale di un museo, nonché l'ultimo servizio che può essere offerto per valorizzare l'esperienza dei visitatori, ma viene considerata come un prodotto da vendere nel museo o per “vendere” il museo stesso?

Un'audioguida fuori dal comune può rivelarsi un efficace strumento per suscitare l’interesse dei turisti. Infatti, condividere le proprie audioguide su una piattaforma aperta, significa esporre il proprio museo o attrazione a milioni di potenziali nuovi visitatori che, colpiti da storie autentiche ed accattivanti, saranno sicuramente invogliati ad effettuare una visita. Una buona audioguida, disponibile a tutti ed opportunamente comunicata anche sui social media, è realmente in grado di aumentare la visibilità del tuo marchio, delle tue collezioni e delle tue iniziative speciali.

Come si crea un’audioguida che promuova l’arte e la cultura locale? Fornite al vostro pubblico storie originali, che lo coinvolgano e che ne migliorino la soddisfazione. Una buona narrazione consente ai visitatori di vivere un’esperienza unica e di osservare le opere esposte in modo del tutto innovativo. Create audioguide che siano in grado di dialogare con gruppi specifici di visitatori e li renderete i veri protagonisti delle tue storie.

La brevità aiuta a mantenere l'attenzione del pubblico: le nostre statistiche indicano che gli utenti preferiscono storie la cui lunghezza massima è di 3 minuti. Assicuratevi che le vostre guide siano brevi, memorabili e in grado di ispirare i visitatori, dando loro un motivo in più per visitare il vostro museo e, naturalmente, per tornare!