Istituto Tecnico Turistico ISI Pertini

Audioguide realizzata dagli alunni dell'indirizzo Tecnico Turistico dell'ISI Pertini di Lucca.
Siga-nos

 L'Istituto professionale Sandro Pertini di Lucca è nato originariamente - nel settembre 1988 - dallo sdoppiamento dell'Istituto professionale "Matteo Civitali".

   L'intitolazione al presidente della Repubblica Sandro Pertini, nato nel 1896 e morto nel 1990, è giunta a compimento nel 1992. Fino dalla sua fondazione la sua sede è stata collocata in via Cavour, in un edificio che rappresenta un esempio notevole di stile liberty industriale, risalente agli inizi del '900. Il palazzo, che ancor oggi i lucchesi chiamano Palazzo Bertolli, era la sede direzionale dell'omonima azienda, produttrice del famoso olio di Lucca e potenza finanziaria nella prima metà del secolo scorso. La sua facciata imponente, impreziosita da notevoli stucchi raffiguranti allegorie di potenza e lavoro, guarda con le alte torri ricche di fregi le mura alberate del vicinissimo centro storico.

   L'Istituto ha assolto per anni la funzione di formazione esclusivamente in ambito turistico. Dal 1997 ha ampliato la gamma dei suoi indirizzi, aggiungendovi l'economico-aziendale e il grafico-pubblicitario. Questi indirizzi sono eredità della fusione avvenuta in quell'anno con l'Istituto professionale Luigi Einaudi di Lucca, una delle scuole più antiche della città storica (la sua sede era all'interno del complesso monumentale di S. Frediano), nata nella seconda metà dell'800.

   La nuova scuola dopo la fusione ha dovuto rinunciare al nome di Luigi Einaudi, presidente della Repubblica nel primo Dopoguerra, confermando la intitolazione a Sandro Pertini.
   A settembre 2005 l'Istituto Professionale comincia la sua nuova vita come Istituto Superiore d'Istruzione (ISI). In luglio la scuola è diventata anche Istituto Tecnico per il Turismo.

   Il 13 novembre 2008 il Pertini ha festeggiato i suoi 20 anni di attività!
 
   A partire dall'anno scolastico 2001-02 l'ISI Sandro Pertini fornisce una più ampia offerta formativa avendo ottenuto l'autorizzazione dalla Regione Toscana, costituendo un primo biennio dell'Istituto Tecnico della Grafica e Comunicazione.