Áudio tour

Áudio tourCol Drusciè Astro Ring

2 Paradas do passeio

  1. Resumo do áudiopasseio
  2. Resumo do áudiopasseio

    APERTO SOLO D'ESTATE (GIUGNO-OTTOBRE)

    Col Druscié Astro Ring è il percorso didattico-naturalistico che si snoda nei boschi che circondano il Col Drusciè. Ne fanno parte il Sentiero dei Pianeti, realizzato nell'estate 2014, e il Sentiero dell’Universo (estate 2015). La sua lunghezza complessiva è di 1,5 km circa, per un dislivello di circa 70 metri. L'intero anello viene comodamente percorso in meno di un'ora.
    Il Sentiero dei Pianeti, che è la prima parte del Col Druscié Astro Ring, è una facile passeggiata alla scoperta del sistema solare e dei suoi pianeti. Lungo il percorso che collega località Pié Tofana al Col Drusciè, sono stati collocati 12 tabelloni 70x100 cm, con foto dei vari pianeti e del Sole, tutti sistemati ad una distanza che, in scala 1/10 miliardi, ripecchia la loro reale dimensione e posizione nel cielo. Illustrazioni con i principali dati e parametri che contraddistinguono i vari corpi celesti tra loro fanno del Sentiero dei Pianeti una passeggiata fuori dal comune, che termina dopo un chilometro circa con l'arrivo all'osservatorio astronomico Helmut Ullrich, dove è anche possibile, nelle giornate prestabilite, osservare direttamente il Sole con gli speciali telescopi e filtri che permettono di ammirarne i segreti nascosti. Un percorso adatto a tutti, della durata di circa 30 minuti.
    Il Sentiero dell’Universo, la seconda parte del Col Druscié Astro Ring, è un tracciato nel bosco a nord-ovest del colle, lungo circa 500 mt, facilmente percorribile a piedi. Avendo sempre come punto di riferimento l’Osservatorio del Col Druscié, permette al visitatore di ripercorrere idealmente tutto l’universo, sia nello spazio sia nel tempo.
    Sul sentiero, 10 pannelli esplicativi, adeguatamente posizionati, illustrano via via le caratteristiche principali di stelle, nebulose, ammassi e galassie, il tutto rapportato alla famigliare scala dimensionale di 1/10 miliardi, già utilizzata per il Sentiero dei Pianeti. Il sentiero può essere percorso nei due sensi, sia dalla base verso l’alto, iniziando quindi l’immaginario viaggio dal Big Bang, che rappresenta la creazione dell’Universo, fino ai giorni nostri, quindi al Sole, posizionato presso l’osservatorio, oppure, viceversa, con un percorso a ritroso nel tempo e nello spazio.
    Nell'ultimo caso, si possono visitare prima gli astri più vicini (Sirio e le Pleiadi) per poi spingersi tra le spirali della Via Lattea, tra nebulose ed ammassi (M42 e M13) fino al buco nero centrale. Dopo un viaggio immaginario di 2 milioni di anni luce, si raggiunge la galassia più vicina, quella di Andromeda (M31), e poi oltre, agli ammassi e ai superammassi di galassie e ai lontani quasar (3C273), fino ai confini dell’Universo stesso, quando tutto ciò che noi oggi conosciamo, materia, tempo e spazio, non si era ancora formato.
    Facendo questo straordinario viaggio attraversando i boschi di abeti e larici che circondano il Col Drusciè il visitatore può comprendere le reali dimensioni spaziali e temporali che contraddistinguono il sistema solare e l'universo, in una scala dimensionale (1/10 miliardi) facilmente comprensibile, che riduce idealmente l'intero universo ad una sfera avente le dimensioni reali del sistema solare (10 mila miliardi di km), dove la Terra occupa uno spazio pari a quello di un granello di sabbia!

  3. 1 Col Drusciè Astro Ring - start point
  4. 2 Col Drusciè Astro Ring - Eris
  5. 3 Col Drusciè Astro Ring - cross point
  6. 4 Col Drusciè Astro Ring - Plutone
  7. 5 Col Drusciè Astro Ring - Nettuno
  8. 6 Col Drusciè Astro Ring - panoramic point
  9. 7 Col Drusciè Astro Ring - Urano
  10. 8 Col Drusciè Astro Ring - Saturno
  11. 9 Col Drusciè Astro Ring - Giove
  12. 10 Col Drusciè Astro Ring - Cerere
  13. 11 Col Drusciè Astro Ring - Marte
  14. 12 Col Drusciè Astro Ring - Terra
  1. Resumo do áudiopasseio

    APERTO SOLO D'ESTATE (GIUGNO-OTTOBRE)

    Col Druscié Astro Ring è il percorso didattico-naturalistico che si snoda nei boschi che circondano il Col Drusciè. Ne fanno parte il Sentiero dei Pianeti, realizzato nell'estate 2014, e il Sentiero dell’Universo (estate 2015). La sua lunghezza complessiva è di 1,5 km circa, per un dislivello di circa 70 metri. L'intero anello viene comodamente percorso in meno di un'ora.
    Il Sentiero dei Pianeti, che è la prima parte del Col Druscié Astro Ring, è una facile passeggiata alla scoperta del sistema solare e dei suoi pianeti. Lungo il percorso che collega località Pié Tofana al Col Drusciè, sono stati collocati 12 tabelloni 70x100 cm, con foto dei vari pianeti e del Sole, tutti sistemati ad una distanza che, in scala 1/10 miliardi, ripecchia la loro reale dimensione e posizione nel cielo. Illustrazioni con i principali dati e parametri che contraddistinguono i vari corpi celesti tra loro fanno del Sentiero dei Pianeti una passeggiata fuori dal comune, che termina dopo un chilometro circa con l'arrivo all'osservatorio astronomico Helmut Ullrich, dove è anche possibile, nelle giornate prestabilite, osservare direttamente il Sole con gli speciali telescopi e filtri che permettono di ammirarne i segreti nascosti. Un percorso adatto a tutti, della durata di circa 30 minuti.
    Il Sentiero dell’Universo, la seconda parte del Col Druscié Astro Ring, è un tracciato nel bosco a nord-ovest del colle, lungo circa 500 mt, facilmente percorribile a piedi. Avendo sempre come punto di riferimento l’Osservatorio del Col Druscié, permette al visitatore di ripercorrere idealmente tutto l’universo, sia nello spazio sia nel tempo.
    Sul sentiero, 10 pannelli esplicativi, adeguatamente posizionati, illustrano via via le caratteristiche principali di stelle, nebulose, ammassi e galassie, il tutto rapportato alla famigliare scala dimensionale di 1/10 miliardi, già utilizzata per il Sentiero dei Pianeti. Il sentiero può essere percorso nei due sensi, sia dalla base verso l’alto, iniziando quindi l’immaginario viaggio dal Big Bang, che rappresenta la creazione dell’Universo, fino ai giorni nostri, quindi al Sole, posizionato presso l’osservatorio, oppure, viceversa, con un percorso a ritroso nel tempo e nello spazio.
    Nell'ultimo caso, si possono visitare prima gli astri più vicini (Sirio e le Pleiadi) per poi spingersi tra le spirali della Via Lattea, tra nebulose ed ammassi (M42 e M13) fino al buco nero centrale. Dopo un viaggio immaginario di 2 milioni di anni luce, si raggiunge la galassia più vicina, quella di Andromeda (M31), e poi oltre, agli ammassi e ai superammassi di galassie e ai lontani quasar (3C273), fino ai confini dell’Universo stesso, quando tutto ciò che noi oggi conosciamo, materia, tempo e spazio, non si era ancora formato.
    Facendo questo straordinario viaggio attraversando i boschi di abeti e larici che circondano il Col Drusciè il visitatore può comprendere le reali dimensioni spaziali e temporali che contraddistinguono il sistema solare e l'universo, in una scala dimensionale (1/10 miliardi) facilmente comprensibile, che riduce idealmente l'intero universo ad una sfera avente le dimensioni reali del sistema solare (10 mila miliardi di km), dove la Terra occupa uno spazio pari a quello di un granello di sabbia!

Análises

2 avaliações

Avalie este passeio
A minimum rating of 1 star is required.
Please fill in your name.
  • AJ

    1 out of 5 rating 04-28-2017

    I see no tour, or stories?

  • Alexcascian

    5 out of 5 rating 04-28-2017

    Very amazing tour through the woods around the Col Druscie Hill. A wonderful idea!