Введение

ВведениеMaratea: Borgo Castello

Только на Итальянский

2 Точки тура

  1. Информация о туре
  2. Информация о туре

    L’itinerario si sviluppa sulla cima del monte San Biagio a Maratea (PZ), un luogo ricco di storia in cui è possibile ripercorrere gli eventi e le trasformazioni del territorio dalle origini fino ai giorni nostri. Il percorso comprende sette tappe: inizia con la visita alla Madonna degli Ulivi, uno degli eremi anticamente frequentati da monaci bizantini, passando per le strade di Maratea Superiore, o Castello, primo insediamento urbano sul territorio, visitando poi la Grotta dell’Angelo, proseguendo per la Basilica di San Biagio e concludendosi con l’imponente statua del Cristo Redentore, offrendo così un mix di arte, cultura e religione. I numerosi belvederi ci regalano viste mozzafiato sulla valle, sui monti e sul golfo, rivelando nella sua interezza, la bellezza di queste terre.

    Per quanto concerne l’accessibilità, ogni sito dell’itinerario presenta differenti livelli di praticabilità: tutti i punti del percorso in generale non sono accessibili a persone con disabilità motoria, eccetto la Basilica che possiede una rampa in grado di facilitare loro l’accesso.
    In estate la circolazione dei veicoli a motore è limitata ad un parcheggio a poche centinaia di metri dalla vetta, detto della Madonna degli Ulivi, luogo in cui un servizio navetta è a disposizione dei turisti che intendono visitare le bellezze del Borgo.

  3. 1 Eremo Madonna degli Ulivi o della Neve
  4. 2 Ruderi Borgo Fortificato
  5. 3 Insediamento del Castello
  6. 4 Grotta dell'Angelo
  7. 5 Basilica di San Biagio
  8. 6 Porta dei Carpini
  9. 7 Statua del Cristo Redentore
  1. Информация о туре

    L’itinerario si sviluppa sulla cima del monte San Biagio a Maratea (PZ), un luogo ricco di storia in cui è possibile ripercorrere gli eventi e le trasformazioni del territorio dalle origini fino ai giorni nostri. Il percorso comprende sette tappe: inizia con la visita alla Madonna degli Ulivi, uno degli eremi anticamente frequentati da monaci bizantini, passando per le strade di Maratea Superiore, o Castello, primo insediamento urbano sul territorio, visitando poi la Grotta dell’Angelo, proseguendo per la Basilica di San Biagio e concludendosi con l’imponente statua del Cristo Redentore, offrendo così un mix di arte, cultura e religione. I numerosi belvederi ci regalano viste mozzafiato sulla valle, sui monti e sul golfo, rivelando nella sua interezza, la bellezza di queste terre.

    Per quanto concerne l’accessibilità, ogni sito dell’itinerario presenta differenti livelli di praticabilità: tutti i punti del percorso in generale non sono accessibili a persone con disabilità motoria, eccetto la Basilica che possiede una rampa in grado di facilitare loro l’accesso.
    In estate la circolazione dei veicoli a motore è limitata ad un parcheggio a poche centinaia di metri dalla vetta, detto della Madonna degli Ulivi, luogo in cui un servizio navetta è a disposizione dei turisti che intendono visitare le bellezze del Borgo.

Отзывы

Отзывов пока нет

Написать первый обзор
A minimum rating of 1 star is required.
Please fill in your name.