Tur audio

Tur audioParigi prima e dopo il Barone Haussmann

2 Opriri tur

  1. Sumar tur audio
  2. Sumar tur audio

    A differenza di Londra, città ricostruita dopo i gravi danni subiti durante il grande incendio del 1666, nell'aspetto Parigi nel 19° secolo era cambiata molto poco dal Medioevo. I tempi, invece, erano considerevolmente cambiati. Sovrappopolata, sporca, insalubre e poco adatta alla modernità imposta dalla rivoluzione industriale, la città aveva una cattiva reputazione, a giusta ragione, come focolaio pericoloso e miserabile di ribellioni e sedizione.
    Le trasformazioni che hanno conferito a Parigi la forma e l'aspetto che conosciamo oggi furono per la maggior parte realizzate in un periodo di appena 17 anni, tra il 1853 e il 1870. Durante questo periodo, 20.000 edifici sono stati demoliti per far posto a 40.000 nuovi, costruiti da 80.000 lavoratori. 600 chilometri di fogne sotterranee furono sviluppate e 64 chilometri di nuove strade furono realizzati. Sono stati piantati 80.000 alberi quando nascevano i boschi Bois de Boulogne e Bois de Vincennes ad ovest e ad est della città, mentre 80 tra piazze e giardini sono stati creati.
    Erano i giorni del Secondo Impero. L'imperatore Napoleone III°, nipote di Napoleone Bonaparte, fu proclamato imperatore di Francia nel 1852, dopo un colpo di stato contro la Repubblica francese, di cui era già presidente. Era un grande ammiratore della modernità britannica e prese a trasformare Parigi per renderla protagonista tra le città europee. Nel 1853 nominò Georges Eugène Haussmann “Prefetto della Senna” allo scopo di supervisionare il lavoro e applicare i progetti e le raccomandazioni della Commissione Siméon, che aveva studiato in dettaglio la questione dell'abbellimento della città. Abilmente assistito dagli ingegneri Eugène Belgrand e Jean-Charles Alphand, questo esperto avvocato attuò un massiccio programma di lavori pubblici che divenne noto come il rinnovamento di Parigi di Haussmann.
    Ferocemente criticato per le spese, l'entità dei suoi progetti, accusato di espropriare i cittadini per rimodellare il centro di Parigi, è stato incrollabile nel suo impegno per il cambiamento. La protesta ha portato al suo licenziamento nel 1870, ma i lavori proseguirono fino al 1927 sempre basati sui progetti realizzati per disegnare un'immagine distintiva di Parigi con viali alberati, condomini belli e regolari e monumenti che si possono ammirare da lontano e che contribuiscono notevolmente ad accrescere la reputazione di Parigi “come una bella città da visitare”; tutto questo può essere fatto risalire a questo amministratore infaticabile.
    Questo tour vi porterà in una serie di siti collegati al barone Haussman per darvi un'idea di Parigi prima e dopo il lavoro svolto nella metà del 19° secolo... e la misura della sua opera di trasformazione della città

  3. 1 Ile de la Cité
  4. 2 Pont au Change and Tribunal du Commerce
  5. 3 Place du Châtelet
  6. 4 Tour Saint Jacques
  7. 5 Rue de Rivoli
  8. 6 Place des Innocents.
  9. 7 Les Halles Food Market
  10. 8 The Underground Sewer System
  11. 9 Avenue de l'Opéra and the Opera House
  12. 10 Sainte-Trinité Church
  13. 11 Gare Saint Lazare
  14. 12 Boulevard Haussmann
  1. Sumar tur audio

    A differenza di Londra, città ricostruita dopo i gravi danni subiti durante il grande incendio del 1666, nell'aspetto Parigi nel 19° secolo era cambiata molto poco dal Medioevo. I tempi, invece, erano considerevolmente cambiati. Sovrappopolata, sporca, insalubre e poco adatta alla modernità imposta dalla rivoluzione industriale, la città aveva una cattiva reputazione, a giusta ragione, come focolaio pericoloso e miserabile di ribellioni e sedizione.
    Le trasformazioni che hanno conferito a Parigi la forma e l'aspetto che conosciamo oggi furono per la maggior parte realizzate in un periodo di appena 17 anni, tra il 1853 e il 1870. Durante questo periodo, 20.000 edifici sono stati demoliti per far posto a 40.000 nuovi, costruiti da 80.000 lavoratori. 600 chilometri di fogne sotterranee furono sviluppate e 64 chilometri di nuove strade furono realizzati. Sono stati piantati 80.000 alberi quando nascevano i boschi Bois de Boulogne e Bois de Vincennes ad ovest e ad est della città, mentre 80 tra piazze e giardini sono stati creati.
    Erano i giorni del Secondo Impero. L'imperatore Napoleone III°, nipote di Napoleone Bonaparte, fu proclamato imperatore di Francia nel 1852, dopo un colpo di stato contro la Repubblica francese, di cui era già presidente. Era un grande ammiratore della modernità britannica e prese a trasformare Parigi per renderla protagonista tra le città europee. Nel 1853 nominò Georges Eugène Haussmann “Prefetto della Senna” allo scopo di supervisionare il lavoro e applicare i progetti e le raccomandazioni della Commissione Siméon, che aveva studiato in dettaglio la questione dell'abbellimento della città. Abilmente assistito dagli ingegneri Eugène Belgrand e Jean-Charles Alphand, questo esperto avvocato attuò un massiccio programma di lavori pubblici che divenne noto come il rinnovamento di Parigi di Haussmann.
    Ferocemente criticato per le spese, l'entità dei suoi progetti, accusato di espropriare i cittadini per rimodellare il centro di Parigi, è stato incrollabile nel suo impegno per il cambiamento. La protesta ha portato al suo licenziamento nel 1870, ma i lavori proseguirono fino al 1927 sempre basati sui progetti realizzati per disegnare un'immagine distintiva di Parigi con viali alberati, condomini belli e regolari e monumenti che si possono ammirare da lontano e che contribuiscono notevolmente ad accrescere la reputazione di Parigi “come una bella città da visitare”; tutto questo può essere fatto risalire a questo amministratore infaticabile.
    Questo tour vi porterà in una serie di siti collegati al barone Haussman per darvi un'idea di Parigi prima e dopo il lavoro svolto nella metà del 19° secolo... e la misura della sua opera di trasformazione della città

Recenzii

A minimum rating of 1 star is required.
Please fill in your name.
  • beri

    5 out of 5 rating 08-07-2016

    muy útil.

  • excelente

    5 out of 5 rating 08-30-2015

    Paris super fácil de conhecer!